Ingegneria al centro della società

Riportare l’Ingegneria al centro della società. Con l’evento Talks Slidingdoors 2015, il  24 settembre prossimo (dalle ore 18) al Teatro Ristori di Verona due progetti si sovrappongono per dare vita a un’opportunità unica per ingegneri (e non solo) e per tutto il pubblico veronese.

Open Ingegneri Aperti alla Città: Talk SlidingDoors 2015Un evento che concretizza due percorsi: quello del Consiglio dell’Ordine di Verona e quello del CNI. Con un unico obiettivo: riportare la figura e il ruolo “civico” dell’Ingegnere al centro della società. Ricominciando dall’etimo “ingenium” – da cui appunto Ingegneria – per riscoprire quella scintilla dell’esercizio intellettuale che si esprime nell’esplorazione di saperi diversi e si realizza nella capacità di fare sintesi tra conoscenza e applicazione, tecnica e filosofia, facendosi interprete di quell’ “umanesimo integrale” di cui la nostra società sente ancora forte la necessità e che figure come Adriano Olivetti erano riuscite a realizzare nel proprio progetto imprenditoriale.

A ben guardare, sono molteplici oggi le ragioni che, invece, hanno “costretto” la nostra categoria in disparte. Lobbies che pensano di poter rinunciare al valore umano degli ingegneri, politici convinti di far crescere la nazione imponendo alla progettualità dei tecnici bandi al massimo ribasso, committenti che arrivano persino a “trasformare” in ingegnere chi non ne ha neppure il titolo accademico.

In tutto questo, ci assumiamo le nostre responsabilità. Troppe volte miopi o accecati dalla certezza di una nostra superiorità e immunità rispetto ai cambiamenti del mondo, ci siamo ritrovati vittime nella tremenda crisi che attanaglia il vecchio continente. Con l’aggravante che, purtroppo, l’Italia non ha capito come l’unica via d’uscita è quella della qualità, che la categoria degli ingeneri rappresenta appieno.

Per questo motivo il Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia da una parte, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri dall’altra, hanno individuato – in modo del tutto indipendente e nuovo –  un percorso per rimettere il pista la nostra categoria: quello di aprirsi alla società.

Rassegna “Open Ingegneri Aperti alla Città” e Concorso Scintille

A Verona con la nostra rassegna “Open Ingegneri aperti alla città”, alla quarta edizione, il CNI con la seconda edizione del concorso di idee nazionale e multidisciplinare “Scintille”, lanciata con partnership importanti come il CERN di Ginevra. Due iniziative, culturali,  formative e “d’impresa” che sommeranno le proprie energie in una serata che ha in sé anche la pretesa di lasciare un piccolo segno nella “percorso” di questo Ordine.

Una mission che l’Ordine ha fatto sua soprattutto negli ultimi anni anche per superare un’immagine stantia di mero “ufficio burocratico” e provare a raccontare la figura dell’ingegnere moderno senza mai dimenticare le grandi figure tecniche del passato che hanno lasciato anche a Verona opere e manufatti di valore. Con le rassegne culturali Open. Ingegneri aperti alla città, oggi alla quarta edizione, l’Ordine si propone dunque come “agenzia culturale” oltre che luogo precipuo e istituzionale di aggiornamento professionale. Il progetto Verona per Expo 2015, cui prontamente abbiamo aderito, rappresenta ad esempio, una delle occasione colte dall’Ordine per mettere al servizio della città le competenze che gli sono proprie.

Ingegneria al centro della società: Talk SlidingDoors 2015

Talk Slidingdoors 2015

Sette interpreti, protagonisti dei nuovi linguaggi digitali, della cultura, della scienza, della ricerca, della musica, dell’arte e della filosofia saranno sul palco dello storico teatro veronese per raccontarci, in un susseguirsi incalzante di interventi, la loro visione di “Confine – Ingegneria e società“, secondo la loro particolare esperienza umana e professionale.

Personalità che abbiamo individuato tra quanti hanno accolto una “sfida progettuale” e ne hanno solcato tutte le direzioni per proporre un nuovo approccio professionale “dal volto umano”. Abbiamo unito mondi e linguaggi, la tecnica e la capacità di leggere “dentro l’uomo”. Per far percepire, anche ad un pubblico non specialista, la ricchezza, la centralità e soprattutto la necessità di un approccio multidisciplinare alla professione nella società moderna.

Per gli spettatori un evento culturale di spessore; per gli organizzatori una sfida non indifferente.

Non ci resta che ascoltarli, per trattenere qualche “scintilla”.
Con l’auspicio, ovviamente, che l’appuntamento sia un grande regalo a tutti voi e alla città.

Il Presidente dell’Ordine ingegneri di Verona
Ing. Luca Scappini

Luca Scappini

About Luca Scappini

Ingegnere Civile Edile, classe 1968, libero professionista. Sposato e con due figli, sono titolare di uno studio che opera nel settore della progettazione edile, strutturale e delle perizie. Segretario dell'Ordine dal 2004 al 2010. Attualmente Presidente dell'Ordine.
Autore: Luca Scappini
Tag

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login

Lost your password?